Sana’a:la Venezia selvaggia

  • Tremila anni di storia e un patrimonio artistico e archeologico fra i più importanti sul pianeta. Lo Yemen, il paese più meridionale della penisola Araba. I regni preislamici, come quello dei sabei che, nel primo millennio avanti Cristo, divennero ricchi e potenti con il commercio dell’incenso e delle spezie. La leggendaria Arabia Felix fece gola persino agli antichi romani che tentarono di conquistarla con una spedizione voluta dall’imperatore Augusto e destinata scomparire nelle sabbie dei deserti .
  • La capitale Sana’a paragonata ad una Venezia selvaggia, senza canali e senza San Marco. Ma con il fascino delle città con un’architettura unica la mondo.
  • Venditore di spezie nelle vie di Sana'a, la capitale yemenita in gran parte restaurata grazie a finanziamenti internazionali.
  • Nelle vie di Sana'a, un arrotino e venditore di "jambiya", il tipico pugnale ritorto che gli uomini yemeniti portano alla cintura.
  • La grande moschea di Sana’a, una delle più importanti nella penisola araba. Le parti più antiche risalgono al 1500 .
  • La principale porta dell' antica citta' fortificata di Sana'a: Bab al Yaman.
  • Immagini dal suk della citta' vecchia di Sana'a. Il banco di un venditore di spezie e dolciumi.
  • Una delle sorprese che si incontrano nella città vecchia di Sana'a sono questi giardini o orti che improvvisamente si aprono in mezzo a strade ed edifici.
  • Venditore di corallo nel suk di Sana'a.
  • Una strada della città vecchia di Sana'a.
  • Gli immancabili banchi dei venditori di jambiya, il tipico pugnale yemenita, nelle stradine del suk di Sana'a.
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblr

2 Responses to “Sana’a:la Venezia selvaggia”

  • giuseppe:

    Gentile Dottor Pinna, ho trovato straordinaria la scelta delle immagini. Mi consente di usare, per una mia pubblicazione, quella del venditore di coralli nel suq? Naturalmente citando la fonte. Attendo una Sua cortese risposta. Ancora complimenti per quello che fa e, sopratutto, per come lo fa.

    • pinna:

      Grazie.La usi pure come ritiene piu’ opportuno. Per precisione: la foto e’ stata scattata 5 anni fa ( prima che lo Yemen diventasse troppo rischioso). Cordiali saluti.

Lascia un commento